Dettaglio News

Dopo una primavera prima calda, poi fredda e poi ancora calda, abbiamo avuto un’estate calda e siccitosa.

Dopo una primavera prima calda, poi fredda e poi ancora calda, abbiamo avuto un’estate calda e siccitosa.

La buona sorte, però, ha voluto che nella zona del Barolo nel mese di luglio ci siano stati un paio di temporali provvidenziali, che hanno contribuito a rinfrescare e ad idratare i vigneti.

Fino ad oggi, le piante non stanno soffrendo troppo la siccità prolungata ed i frutti (quelli che non sono bruciati dal sole) sono sani e freschi.

Durante l’ultimo mese abbiamo deciso di lasciare coperti il più possibile i grappoli, evitando il lavoro di sfogliatura, per meglio proteggerli dal caldo.

L'annata 2017 sarà sicuramente ricordata per il caldo eccezionale: noi stiamo seguendo i nostri vigneti giornalmente e vedremo se anche quest'anno riusciremo a preservare la freschezza e l’eleganza che caratterizza tutti i nostri vini.

In Bocca al Lupo!

grappolo di uva bruciato dal sole perchè troppo esposto

grappolo fresco perchè protetto dalle foglie e non esposto al sole

uva protetta
uva protetta