Dettaglio News

È stata veramente un’annata faticosa e difficile: ora la vendemmia è finita così come il grande lavoro di vinificazione in cantina

È stata veramente un’annata faticosa e difficile: ora la vendemmia è finita così come il grande lavoro di vinificazione in cantina
È stata veramente un’annata faticosa e difficile: ora la vendemmia è finita così come il grande lavoro di vinificazione in cantina. Dunque possiamo rilassarci un po', raccogliere i primi dati tecnici e raccontare le nostre prime impressioni. Tutti i vini prodotti quest'anno hanno terminato la fermentazione malolattica. Per noi questo è ottimo risultato: non sempre i nuovi vini effettuano la fermentazione malolattica in modo naturale prima dell'inverno, a volte bisogna attendere fino in primavera. Le gradazioni alcoliche sono le seguenti:

Dolcetto d’Alba: alcool 12,50% vol; Barbera d’Alba: alcool 13,50% vol; Langhe Nebbiolo: alcool 14,00% vol; Barolo Cascina Fontana: alcool 14,00% vol; Barolo del comune di Castiglione Falletto: alcool 14,00% vol. I dati della recente vendemmia confermano che i vini prodotti hanno una forte potenzialità caratterizzata dall’ottima acidità e dal buon grado alcolico. Ecco le prime note di assaggio in cantina:

Il Dolcetto d’Alba ed il Barbera d’Alba riflettono molto bene le tipicità dei loro vitigni: sono già piacevoli non solo per l’assaggio ma anche per la beva. Entrambi hanno un colore rosso rubino con riflessi violacei, il gusto è fresco ed elegante. Ciò che stupisce è anche la loro persistenza in bocca: vini semplici e sempre armonici.

Il Langhe Nebbiolo non ha ancora raggiunto l’equilibrio perfetto: non è dunque facile al momento darne una giusta interpretazione, così come per il Barolo Cascina Fontana e per il Barolo del comune di Castiglione Falletto. Aspettiamo ancora qualche tempo prima di poter dare un giudizio anche solo provvisorio, rilevando comunque in questi ultimi tre vini tutti i segni caratteristici del vitigno nebbiolo di buona annata.